Soluzione aziendale

Data Cloud & AI Summit: le novità di Google Cloud

Gli annunci chiave di Google Cloud puntano a tagliare i costi operativi, aumentare i ricavi e innovare la customer experience. Ecco come

Pubblicato il 30 Mar 2023

Certificazioni Google Analytics: quanto durano e costi

Al Data Cloud & AI Summit, Google Cloud ha svelato alcune novità in ambito database, analytics e partner.

Ecco gli annunci chiave alla kermesse, per aiutare i clienti a migliorare il rapporto costo / performance, implementare ecosistemi aperti e configurare gli standard dei dati in modo sicuro, grazie al proprio ecosistema di partner.

Le novità di Google Cloud al Data Cloud & AI Summit

Google Cloud ha presentato novità in occasione del Data Cloud & AI Summit.

Sono innovazioni, in ambito database, analytics e partner, in grado di ottimizzare la prevedibilità dei costi legati ai dati con BigQuery editions. Permettono di emanciparsi dai database legacy con AlloyDB Omni.

Unificano le metriche di fiducia nell’ambito dell’organizzazione con Looker Modeler. Consentono inoltre di estendere gli insight di intelligenza artificiale (AI) e machine learning (ML) a BigQuery e ad altre piattaforme di terze parti.

Gli annunci chiave

Le novità principali riguardano AlloyDB Omni, BigQuery Pricing Editions, Looker Modeler ed altri annunci riferiti all’ecosistema di partner.

Il nuovo strumento Database Migration Assessment (DMA) di Google Cloud, inoltre, semplifica il passaggio all’open data cloud e accelera il passaggio ai database di Google Cloud. Semplifica i report che testimoniano l’impegno per passare a uno dei database PostgreSQL, che si tratti di AlloyDB o Cloud SQL.
BigQuery data clean room agevola le organizzazioni nella condivisione e nell’abbinamento dei set di dati tra loro nel rispetto della privacy degli utenti.

AlloyDB Omni e BigQuery Pricing Editions

Presentato in anteprima, AlloyDB Omni è una versione in download di AlloyDB, di cui offre tutti i benefici, ma a una frazione del costo dei database legacy. Permette di essere eseguita on-premise, all’Edge, su tutti i cloud o perfino sui notebook dei developer. Fra i vantaggi, offre alte performance, compatibilità con PostgreSQL e supporto per Google Cloud.

BigQuery Pricing Editions ampliano la scelta e offrono ai clienti versatilità per scegliere l’insieme di opzioni più opportuno, per raggiungere il rapporto prezzo / prestazioni sulla base del carico di lavoro. Oltre alle innovazioni in ambito autoscaling e compressed storage, le edizioni di BigQuery consentono di scegliere tra le edizioni Standard, Enterprise ed Enterprise Plus.

BigQuery ML permette agli analisti di dati di sfruttare il machine learning tramite gli strumenti e le competenze SQL esistenti. Ha messo a segno un incremento d’uso oltre il 200% nel 2022.

Looker Modeler

Disponibile in anteprima privata, Looker Modeler permetterà la definizione delle metriche del proprio business in maniera autonoma, consentendo ai clienti di integrare Looker nelle proprie applicazioni, grazie ai tool di business intelligence esistenti.

La centralizzazione di queste metriche comuni e la loro accessibilità attraverso diversi tool di analisi garantisce così una maggiore fiducia nei dati, oltre a un’analisi e una collaborazione più efficienti.

I nuovi partner

Superano quota 900 i partner software destinati ad alimentare le loro applicazioni usando il Data Cloud di Google. Google Cloud presenta nuovi partner: Crux Informatics, Starburst, Collibra ed altri ancora stanno introducendo nuovi strumenti basati sui dati per i clienti.

Crux Informatics rende disponibili oltre mille nuovi set di dati su Analytics Hub, per arrivare ad oltre 2.000 set di dati nell’arco dell’anno. Starburst sta potenziando la sua integrazione con BigQuery.

Collibra ha introdotto, inoltre, nuove funzionalità in BigQuery, Dataplex, Cloud Storage e AlloyDBInformatica ha lanciato un servizio di gestione dei dati master cloud-nativo e alimentato dall’AI su Google Cloud. Permette di facilitare la connessione dei dati su scala aziendale per una visione contestuale a 360 gradi e insight in BigQuery.

Google Cloud Ready per AlloyDB premia infine le soluzioni dei partner capaci di soddisfare requisiti di integrazione con AlloyDB. Trenta partner, compresi Collibra, Confluent, Datadog, Microstrategy e Striim, hanno ricevuto la designazione Cloud Ready – AlloyDB.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3