PA 4.0, servizi pubblici, Big Data e Data Science: vantaggi e pericoli

Su AgendaDigitale.eu Fabiana Di Porto, Professore associato di Diritto dell’economia presso l’Università del Salento, affronta il tema “Big data per i servizi pubblici: tutti i vantaggi e i rischi”, e parla dei benefici e dei pericoli relativi all’utilizzo dei Big Data nella PA [...]
  1. Home
  2. Big Data
  3. PA 4.0, servizi pubblici, Big Data e Data Science: vantaggi e pericoli

Cresce l’interesse di regolatori, amministratori pubblici e Pubbliche Amministrazioni per il mondo dei Big Data. Su AgendaDigitale.eu Fabiana Di Porto, Professore associato di Diritto dell’economia presso l’Università del Salento, nell’articolo intitolato “Big data per i servizi pubblici: tutti i vantaggi e i rischi”, spiega quali sono i vantaggi e quali i pericoli dell’utilizzo dei Big Data da parte dei servizi pubblici. I benefici riguardano l’opportunità, per esempio, di prevenire atti di terrorismo e altri reati gravi, individuare insider trading, produrre obblighi informativi “personalizzati” e programmare i controlli (per esempio le ispezioni).

I rischi dei Big Data

Tra i rischi connessi all’utilizzo dei Big Data nella Pubblica Amministrazione o PA 4.0 ci sono la possibilità dell’algoritmo di generare errori e quindi scelte amministrative sbagliate, i pericoli relativi al tema della tutela della privacy, della sicurezza dei dati, di un eccesso di controllo di un gruppo sociale e di una deviazione delle risorse pubbliche da aree e soggetti che non sono inclusi nella raccolta dei dati o che non hanno una rete di contatti con le istituzioni. In ultima analisi, si sottolinea, oltre a essere utile disciplinare il consenso individuale in occasione della prima raccolta dei dati, di fronte al fenomeno del Machine Learning è necessario definire una governance anche per gli utilizzi successivi che dei dati che la Pubblica Amministrazione può fare senza ricevere autorizzazione.

WHITEPAPER
La guida per pianificare un Data Journey efficace
Big Data
Business Analytics

Leggi QUI il servizio completo su AgendaDigitale.eu:

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*