Con Swarm, DataCore sbarca nel business dell’Object Storage

Swarm è frutto dell'acquisizione di Caringo ed estende il campo di applicazione del software-defined storage anche al segmento basato su oggetti, un tema "caldo" nelle aziende più strutturate. Ora presso un unico fornitore si può trovare la soluzione a molteplici esigenze [...]
  1. Home
  2. Big Data
  3. Con Swarm, DataCore sbarca nel business dell’Object Storage

Collaudata, ad alte prestazioni e scalabile, dimezza i costi rispetto alle principali alternative di cloud pubblico. Il software di object storage DataCore Swarm, ora disponibile attraverso centinaia di partner di canale in tutto il mondo, è pensato per aiutare le organizzazioni a gestire in modo conveniente e sicuro quantità di dati nell’ordine dei petabyte.

Frutto dell’acquisizione di Caringo, specializzata nel mercato dell’object storage, DataCore Swarm completa il portfolio della società, composto da soluzioni di software-defined storage a blocchi, file e oggetti e costituisce le basi per lo storage, l’accesso e l’analisi dei dati iperscalabili, garantendone al contempo l’integrità ed eliminando le dipendenze dall’hardware.

Imprese come BT, Dipartimento della Difesa statunitense, Disney Streaming Services, National Institutes of Health (NIH), Argonne National Labs e altre centinaia in tutto il mondo utilizzano Swarm per gestire in modo efficiente set di dati in rapida crescita. Ai provider di servizi ospitati, cloud e gestiti, DataCore offre un’interessante modalità di acquisto, con pagamento in base ai consumi, nonché nuove opzioni di licenza in abbonamento.

Gestire in modo conveniente e sicuro set di dati in rapida crescita

DataCore Swarm può essere utilizzato per lo storage primario di file multimediali, inclusi video di dimensioni nell’ordine dei terabyte, che possono essere trasmessi in streaming direttamente dall’object store o ridotti a clip per creare video più piccoli e rendere più efficienti condivisione e collaborazione. Le applicazioni possono anche memorizzare informazioni come cartelle cliniche e backup o archiviare dati direttamente su Swarm utilizzando un’API compatibile S3 o protocolli di file standard come NFS/SMB. I dati “freddi” e “tiepidi” di Windows File Server, NetApp e Dell EMC Isilon possono essere migrati in modo trasparente su object storage dal costo inferiore in Swarm, senza impatti negativi su utenti finali o applicazioni. Inoltre, metadati avanzati e funzionalità di ricerca semplificano la gestione di miliardi di file, mentre l’architettura multi-tenant è ideale per i fornitori di servizi o per i reparti IT centralizzati che forniscono storage-as-a-service alle business unit aziendali di tutto il mondo.

Tutti i vantaggi dell’on-premises a prezzi vantaggiosi

Digital event, 24 giugno
Forum PA > La sicurezza informatica delle istituzioni pubbliche per la resilienza del sistema paese
Sicurezza
Disaster recovery

DataCore Swarm semplifica la conservazione a lungo termine, grazie alle funzionalità WORM, e permette di gestire workload con velocità di trasferimento dati molto elevate, come i flussi di lavoro HPC. Questa soluzione porta i vantaggi del cloud (amministrazione senza pensieri, convenienza e scalabilità) al data center, consentendo alle aziende di disporre di una soluzione on-premises che funziona come un cloud privato, a meno della metà del costo di molte alternative di cloud pubblico.

Oltre alle funzionalità di gestione dell’infrastruttura standard disponibili nella maggior parte delle soluzioni di object storage, Swarm è progettato per: eliminare la complessità e semplificare il deployment attraverso un software eseguibile su qualsiasi mix di hardware commodity; gestire la maggior parte dei workload di dati non strutturati con prestazioni scalabili attraverso un’architettura simmetrica autogestita e in grado di auto-ripararsi; garantire la disponibilità dei dati combinando la protezione basata su policy con funzioni di rebuild e ripristino rapide e proattive; fornire accesso immediato ai contenuti tramite un portale web per amministratori e utenti finali che include la ricerca e la possibilità di personalizzare i metadati; abilitare flussi di lavoro distribuiti con una solida gestione multi-tenant basata su web, replica dei dati integrata e backup/disaster recovery su qualsiasi servizio o dispositivo compatibile S3; scalare in modo semplice e lineare da terabyte a centinaia di petabyte con uno sforzo amministrativo contenuto; offrire una gestione dei dati intelligente per l’accesso, la distribuzione e l’archiviazione dei contenuti.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*