“Coltiva dati, raccogli valore”: i big data al servizio di agricoltura 4.0 - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

“Coltiva dati, raccogli valore”: i big data al servizio di agricoltura 4.0

Tra le innovazioni abilitate dal digitale che sono in grado di avere un effetto disruptive sull’aricoltura e più in generale sull’agrifood c’è l’analisi dei big data. A confermarlo c’è anche il titolo della ricerca che sarà presentatao il 23 gennaio dall’osservatorio smart Agrifood del Politecnico di Milano: “Coltiva dati, raccogli valore. La trasformazione digitale nel settore agroalimentare”.

Potete leggere i servizi legati al convegno qui:

 

Tra i vantaggi che saranno abilitati dai big data analytics ci sono anche

l’efficientamento dei processi il miglioramento della sostenibilità e della gestione del territorio.

L’appuntamento è, dalle 9.30 alle 13.00, all’aula magna Carassa Dadda al campus Bovisa, in via Lambruschini 4 a Milano

Questo il programma dettagliato della giornata:

9:30 Registrazione

10:00 Introduce e presiede
Alessandro Perego Responsabile Scientifico, Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di MilanoModera
Marco Perona, Direttore Scientifico Osservatorio Smart AgriFood, Università degli Studi di Brescia

10:20 Lo scenario dell’innovazione digitale nell’AgriFood Presenta i risultati della ricerca
Filippo Renga, Condirettore Osservatorio Smart AgriFood

Il punto di vista di
Angelo Benedetti, Presidente, Unitec
Carolina Cortellini, Presidente, CRIT-Polo per l’Innovazione Digitale
Giovanni Martini, Group Controller & Organization Manager, Auricchio
Valter Molinaro, Responsabile Innovazione e Servizi, Coop Lombardia
Cesare Ronchi, Senior Purchasing Manager, Barilla G & R Fratelli

11:00 Agricoltura 4.0: quale ruolo a supporto di efficienza e qualità? Presenta i risultati della ricerca
Andrea Bacchetti, Condirettore Osservatorio Smart AgriFood

Il punto di vista di
Damiano Angelici, CEO & Co-founder, Elaisian
Tito Caffi, Ricercatore UCSC & Consulente tecnologico Res Uvae, Azienda Agricola Res Uvae
Ilaria Locatelli, Specialista in Soluzioni Smart City e Smart Land, Linea Com
Alessandro Malavolti, CEO, Ama
Francesco Taroni, Electric and Electronic System Manager, Same Deutz-Fahr
Massimo Salvagnin, Imprenditore, Società Agricola Porto Felloni

12:00 Dal campo alla tavola: più qualità e sostenibilità con la tracciabilità digitale Presenta i risultati della ricerca
Damiano Frosi, Direttore Osservatorio Contract Logistics e Ricercatore Osservatorio Smart AgriFood

Il punto di vista di

Massimo Bolchini, Standard Development Director, GS1 Italy
Fulvio Conti, Responsabile della practices Agricoltura e Ambiente, Almaviva
Valerio Cortese, Direzione Sistemi Informativi Gruppo, Iper Montebello
Giovanni Guarneri, Amministratore e Allevatore, Latteria Plac Cremona
Mattia Nanetti, Chief Growth Officer & Co-founder, Wenda
Giovanni Zucchi, VicePresidente, Public Affairs & Corporate Development, Oleificio Zucchi

12:50 I prossimi passi della ricerca

13:00 Light lunch riservato

 

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi