Cloud

Red Hat e Oracle estendono la partnership

La collaborazione strategica introduce il supporto di Red Hat Enterprise Linux (RHEL) per i carichi di lavoro bare metal e Oracle VMware Cloud di Oracle Cloud Infrastructure (OCI). Ecco come

Pubblicato il 11 Ott 2023

Red Hat e Oracle estendono la partneship

La partnership fra Red Hat e Oracle si estende per portare Red Hat OpenShift all’interno di Oracle Cloud Infrastructure. Ecco come.

La partnership fra Red Hat e Oracle

La collaborazione strategica introduce il supporto di Red Hat Enterprise Linux (RHEL) per i carichi di lavoro bare metal e Oracle VMware Cloud di Oracle Cloud Infrastructure (OCI).

La partnership permetterà l’esecuzione di configurazioni certificate e supportate di Red Hat OpenShift su OCI. Il cloud distribuito di OCI fornisce oltre 100 servizi in 45 regioni di cloud pubblico.

In quanto parte dell’espansione, Red Hat OpenShift, la piattaforma che Kubernetes alimenta per architettura, costruzione e deployment di applicazioni cloud-native, avrà il supporto e la certificazione per OCI.

Il cloud distribuito di OCI offre inoltre agli utenti i vantaggi del cloud, le cui caratteristiche sono: multicloud, cloud ibrido, pubblico: e dedicato.

“RHEL e Red Hat OpenShift su OCI offrono ai clienti la possibilità di costruire, distribuire e gestire applicazioni enterprise in scala su OCI per ottenere risultati più rapidi, dotandoli della flessibilità necessaria per scegliere il livello di controllo e sicurezza in base alle esigenze aziendali”, commenta Ashesh Badani, senior vice president e chief product officer, Red Hat.

I dettagli

Red Hat OpenShift su Oracle Cloud Infrastructure semplificherà le installazioni gestite dai clienti che usano configurazioni certificate di Red Hat OpenShift Platform Plus, Red Hat OpenShift Container Platform e Red Hat OpenShift Kubernetes Engine, in esecuzione su macchine virtuali OCI Compute e istanze bare metal.

Ciò permetterà ai clienti l’installazione ed esecuzione di carichi di lavoro su Red Hat OpenShift distribuiti su OCI con la garanzia che vengano effettuati test, certificazione e supporto. Sia da parte di Oracle che di Red Hat.

I clienti che eseguono Red Hat OpenShift nei loro data center on-premise potranno inoltre effettuare facilmente lo spostamento di questi ambienti su OCI. Per contribuire a risolvere le eventuali criticità degli utenti, l’intesa permette infine ai clienti di contattare il customer care. Sia di Red Hat che di Oracle.

“La certificazione e il supporto completo di Red Hat OpenShift su Oracle Cloud Infrastructure consentiranno ai clienti Red Hat OpenShift di eseguire in modo semplice i propri carichi di lavoro sul cloud distribuito OCI in qualsiasi parte del mondo”, conclude Karan Batta, senior vice president di Oracle Cloud Infrastructure.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 3