FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Cosa possono fare i Big data per turismo e travel experience

Redazione

Il ruolo del digitale nel turismo è in evoluzione continua.  La capacità di integrare, gestire, analizzare grandi quantità di dati provenienti da fonti diverse, interne ed esterne al perimetro dell’organizzazione, è indispensabile sia per il numero degli attori coinvolti, sia per l’eterogeneità dei dati rilasciati da turisti e visitatori attraverso siti specializzati, social network, blog e community. Da questi molteplici touch point, è possibile trarre indicazioni preziose in termini di preferenze, scelte, opinioni. Disporre di questi dati e analizzarli traendone indicazioni di business significa acquisire vantaggi competitivi per migliorare la relazione con i clienti, sviluppare nuovi servizi, ottimizzare i processi interni.

A tutti i livelli di governance, si rende necessario acquisire e migliorare le competenze digitali per attrarre e gestire i flussi turistici e garantire un’esperienza eccellente e duratura. Gli asset a disposizione sono notevoli, ma ancora tutti da valorizzare al meglio: attività in destinazione, food e agrifood, arte e cultura, fashion e design, intrattenimento e sport, natura.

L’evento “La Via Digitale Italiana per il futuro del turismo” espone i temi più significativi che possono portare ad aumentare la competitività di qualsiasi attore del settore attraverso una corretta interpretazione degli scenari dell’industria dei viaggi nazionale e internazionale. I risultati della Ricerca dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo vengono discussi con i principali player del settore e con esponenti delle Istituzioni italiane il 24 gennaio 2019 dalle 09:30 alle 13:30 presso l’Aula Magna Carassa e Dadda, via Lambruschini 4, campus Bovisa, Milano.

Le domande a cui si cercherà di rispondere riguardano l’entità dell’impatto del digitale nel Turismo in Italia nel 2018; come le attività in destinazione possono essere valorizzate al meglio per aumentare il valore raccolto dal turista Italiano e Internazionale; come possono gli attori del settore attrarre flussi turistici e garantire una travel experience eccellente e duratura; come si configura l’offerta e come può sfruttare anche in digitale gli asset distintivi italiani: food, arte e cultura, fashion & design, ecc.; quali sono le Startup più innovative che influenzeranno di più il mondo dei viaggi nei prossimi anni.

Per iscriverti, visita questo sito.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp