FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Alla quinta edizione, i Digital360 Awards 2020

digital360 awards 2020
Claudia Costa

Promuovere la cultura della digitalizzazione in Italia, generando un meccanismo virtuoso di condivisione delle migliori esperienze tra imprese, fornitori, startup, centri di ricerca e istituzioni. Giungono alla quinta edizione i Digital360 Awards con cui il Gruppo Digital360 promuove i progetti di innovazione e imprenditorialità digitale più significativi del nostro Paese.

Con oltre 500 realtà e 57 progetti premiati si è messa in luce la vera trasformazione digitale, individuando, selezionando, e premiando i migliori progetti sul mercato italiano, in grado di distinguersi per originalità delle idee, benefici concreti e replicabilità del modello.

Blockchain, Big Data Analytics, Internet of Things, Cloud Computing, CRM/Soluzioni per Marketing e Vendite, Machine Learning e Intelligenza Artificiale, Mobile Business, Smart Working e Collaboration, Soluzioni B2b e di eSupply Chain e Soluzioni infrastrutturali sono le le categorie in base alle quali vengono individuati e valutati i migliori progetti di innovazione digitale.

Tre le fasi del contest. Fino al 20 aprile i partecipanti possono inviare le proprie candidature accedendo alla piattaforma dei Digital360 Awards. Entro il 27 maggio la Giuria esamina “a distanza” le candidature e seleziona i progetti finalisti per le diverse categorie tecnologiche con la possibilità di interagire con i candidati per eventuali approfondimenti. Infine, dal 18 al 20 giugno a Lazise durante l’Italian Awards Summ.IT, i finalisti presentano i progetti attraverso pitch live alla Giuria che proclama i vincitori.

Il CEO di Digital360, Andrea Rangone presenta la nuova edizione sottolineando che la sfida è “se riusciamo, grazie alle tecnologie che abbiamo a disposizione a cambiare profondamente il business e le aziende. Una trasformazione che incide sul concetto stesso di imprenditorialità allargandolo a coloro che lavorano in azienda per sostenere un ripensamento interno. E se il ruolo delle tecnologie è determinante, il primo intrapreneur è proprio il CIO che deve interpretare le tecnologie per scardinare vecchi schemi, non semplicemente per ottimizzare o innovare l’esistente”. Non a caso sono oltre 150 i CIO, Innovation e Digital manager delle più importanti realtà italiane a comporre la Giuria dei Digital360 Awards.
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi