Data literacy project, Accenture entra come partner fondatore - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Data literacy project, Accenture entra come partner fondatore

Antonello Salerno

Accenture si unisce come partner fondatore al Data Literacy Project. Lo annuncia in una nota Qlik a nome di tutti i cosi fondatori del progetto che mira a creare una cultura di alfabetizzazione dei dati in tutto il mondo. 

La Data Literacy, si legge in una nota di Qlik,  è una competenza essenziale nella quarta rivoluzione industriale, che consente alle persone di fare domande a dati e macchine, costruire conoscenze, prendere decisioni e condividerne il significato. Tuttavia, solo il 24% dei responsabili delle decisioni aziendali ha piena fiducia nella propria capacità di leggere, lavorare, analizzare e discutere con i dati. Sulla base di questa constatazione nasce a ottobre il Data Literacy Project, una community che si pone l’obiettivo di rendere la società fluente nel linguaggio dei dati e pone l’alfabetizzazione dei dati al centro del successo individuale e organizzativo.

Il Progetto fornisce a individui e organizzazioni un ampio materiale didattico e di formazione professionale, strumenti di valutazione interattiva e accesso a un panel di esperti. La community non solo sosterrà lo sviluppo delle competenze personali, ma promuoverà anche la comprensione dell’importanza di creare una cultura basata sui dati all’interno dell’azienda.

“I dati diventano sempre più importanti per ogni fase del processo decisionale aziendale, per questo devono diventare sempre più affidabili. Le persone devono essere in grado di fidarsi della loro integrità e delle intuizioni generate dall’analisi – afferma Sanjeev Vohra, group technology officer of Accenture Technology Services and global lead for business data group – La Data Literacy è un’abilità essenziale che ci consente di sondare e mettere in discussione le informazioni a nostra disposizione, prima di prendere decisioni critiche. Questo è il motivo per cui ci siamo voluti impegnare nella missione del Data Literacy Project, con lo scopo di ispirare le principali organizzazioni a livello globale per rendere l’alfabetizzazione dei dati un imperativo e fornire una guida alle persone mentre fanno i loro prossimi passi nel loro percorso di alfabetizzazione dei dati”.

“Siamo entusiasti di avere Accenture tra i partner fondatori del Data Literacy Project – aggiunge Mike Capone, Ceo di Qlik Accenture eccelle nell’implementazione di soluzioni che aiutano a costruire imprese intelligenti e comprende appieno il valore aziendale dell’alfabetizzazione dei dati che è stato delineato nella nostra recente ricerca globale Data Literacy Index. Accenture sarà un ottimo supporto nell’aiutare le organizzazioni a comprendere il loro ruolo nella creazione di un mondo più alfabetizzato”.

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi