A Venezia si formano i Data Scientist per il turismo - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

A Venezia si formano i Data Scientist per il turismo

Miti Della Mura

C’è tempo fino al 16 gennaio per presentare la domanda di ammissione al Master in Data Science for Travel Tourism and Culture, organizzato dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, in collaborazione con il Ciset, il Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica, nato ormai 19 anni fa in seno alla stessa Università, con la partecipazione di Regione Veneto e Touring Club Italiano.

Il Master, che si svolgerà in lingua inglese, ha la durata di un anno a partire dal prossimo mese di febbraio e accetta un massimo di 20 partecipanti.

I candidati ideali sono neo-laureati in matematica, fisica, statistica, ingegneria informatica o gestionale, scienze dell’informazione, mentre i laureati in altre discipline possono richiedere l’accesso previa valutazione delle loro effettive competenze negli ambiti sopra citati.
Per tutti i candidati, oltre alla valutazione del curriculum studiorum è previsto un colloquio motivazionale.
Il Master prevede attività in aula da Febbraio a Luglio, mentre da Luglio a Novembre sono previsti stage in azienda.

Nel turismo servono Data Scientist

L’idea alla base di questo Master, che forma nuovi Data Scientist, è che la capacità di integrare, gestire, analizzare grandi quantità di dati provenienti da fonti diverse, interne ed esterne al perimetro dell’organizzazione sia indispensabile anche in settore come quello turistico, che presenta non poche complessità, sia per il numero degli attori coinvolti, sia per l’eterogeneità dei dati rilasciati dagli stessi turisti e visitatori attraverso molteplici touch point, dai siti specializzati ai social network, dai blog alle community, dai quali è comunque possibile trarre indicazioni preziose in termini di preferenze, scelte, opinioni.

Disporre di questi dati e analizzarli traendone importanti indicazioni di business significa acquisire vantaggi competitivi per migliorare la relazione con i clienti, sviluppare nuovi servizi, ottimizzare i processi interni.

Quattro moduli per la Data Science nel turismo

Il corso si articola in quattro moduli principali:

  • Economia e management dei viaggi, del turismo e della cultura
    Si tratta di un modulo “propedeutico” che aiuta a comprendere il business del settore turistico, gli attori, le relazioni, i flussi informativi
  • Mathematics and Statistics
    In questo modulo si presentano le basi di Internet, della data science, della statistica e dell’analisi dei dati
  • Data analysis and computational thinking
    Con questo modulo il percorso va più in profondità e tocca i temi del machine learning, della computer science, della business intelligence, fino ad arrivare all’Information retrieval e al data mining
  • Project management
    Il quarto modulo porta gli studenti a lavorare sull’intero ciclo di vita di un progetto, toccandone tutti gli aspetti sia in termini qualitativi, sia in termini di tempistica, sia ancora in termini economici.

Il ruolo delle aziende partner

Il Master conta sulla collaborazione di quattro aziende partner, Amadeus Italia, AVM Holding, Gruppo Save, HnH Hotels, che oltre a mettere a disposizione otto borse di studio a copertura totale o parziale del corso, metteranno a disposizione i loro dati e casi, così che gli studenti possano lavorare su basi reali e concreti, con l’obiettivo di trovare risposte a problemi e opportunità che effettivamente si presentano.

Al termine del Master, chi vi avrà partecipato sarà un data scientist in grado di identificare, estrarre, gestire i dati rilevanti per l’industria turistica e fornire insights utili per lo sviluppo di azioni concrete sul mercato e di nuovi modelli di business.
Una figura in grado di interagire con i livelli decisionali presenti all’interno delle aziende del settore.
Tutte le informazioni relative al Master e la modulistica per l’iscrizione sono reperibili a questo indirizzo.

Per maggiori approfondimenti su Big Data, Data Science e sul lavoro dei Data Scientist scarica il white paper

Al lavoro con i data scientist: una guida per cogliere le opportunità dei big data

Giornalista, da trent’anni segue le tematiche dell’innovazione tecnologica applicata ai modelli e ai processi di business.Negli ultimi anni si è avvicinata al mondo dell’Internet of Things e delle sue declinazioni in un mondo sempre più coniugato in logica smart: smart manufacturing, smart city, smart home, smart health.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi