Data virtualization, investimenti con ritorno del 408%

Uno studio di Forrester Consulting stima ritorni a tripla cifra per la data virtualization. Ecco i quattro vantaggi che derivano dagli investimenti nella virtualizzazione dei dati [...]
Data Act: definizione della strategia europea dei dati
  1. Home
  2. News
  3. Data virtualization, investimenti con ritorno del 408%

Gli investimenti in data virtualization portano importano vantaggi economici. Lo riporta una nuova ricerca a firma di Forrester Consulting condotta sulla piattaforma Denodo per capire l’impatto economico della virtualizzazione dei dati. Ecco a quanto ammontano i ritorni economici.

I ritorni economici a tripla cifra con la data virtualization

Investire in data virtualization conviene. I ritorni economici si attestano a 6,8 milioni di dollari in tre anni. Sono le cifre che emergono studio condotto da Forrester Consulting sulla piattaforma Denodo. Si tratta di un ritorno sull’investimento del 408%. A tripla cifra, secondo il report di Forrester.

Mentre la pandemia ha acuito la consapevoli nell’importanza di processi decisionali data-driven, la maturità delle aziende nell’uso dei dati ha registrato un incremento del 12% nel 2020 rispetto all’anno scorso.

Adesso è l’ora di imparare gestire con efficacia il progressivo aumento della quantità di dati a disposizione.

Uno studio con approccio multi-step

Lo studio di Forrester Consulting ha messo sotto la lente quattro player che hanno scelto Denodo in ambito:

  • manifatturiero;
  • finanziario;
  • real estate;
  • Lifes science.

Dalle testimonianze dei decision-maker, lo studio si è focalizzato sull’impatto che l’implementazione di strategie di virtualizzazione dei dati può portare nell’arco di un triennio, misurando costi ed eventuali rischi. Oltre al ritorno a tripla cifra sull’investimento, lo studio individua processi più efficienti e riduzione:

  • dell’83% del time-to-revenue;
  • del 67% dell’effort per la preparazione dei dati;
  • del 65% del delivery time rispetto ai processi ETL (risparmio stimato di 1,2 milioni di dollari);
  • dei costi per gli strumenti di integrazione di 300 mila dollari l’anno;
  • generale aumento dei profitti.

A cosa serve la data virtualization

La virtualizzazione dei dati promuove l’accesso ai dati, ovunque essi risiedano e comunque siano fatti. Ma non solo. Infatti, ha il vantaggio di offrire una visione unificata dei dati in modo più rapido, economico e risparmiando risorse rispetto agli approcci tradizionali all’integrazione dei dati.

WHITEPAPER
Sfruttare l’AI per smistare e catalogare le PEC
Dematerializzazione
Intelligenza Artificiale

La data virtualization permette ulteriori progressi: l’implementazione di Logical data fabric. Ciò avviene grazie all’automatizzazione di funzioni di gestione dei dati attraverso:

  • l’uso di Intelligenza Artificiale (AI) e Machine Learning (IA/ML);
  • funzionalità semantiche aggiuntive;
  • attraverso le componenti di data catalog, data preparation e data modeling, per ridurre la complessità per i team IT e di data engineer che gestivano i processi ETL.

I quattro vantaggi della data virtualization

La ricerca ha sottolineato i quattro benefici principali della Data Virtualization:

  • flessibilità e agilità organizzativa
  • soddisfazione dei dipendenti e dei clienti;
  • benefici in termini di ompliance, sicurezza e governance

“Lo studio condotto da Forrester dimostra i benefici in termini di ritorno sull’investimento che le aziende possono ottenere” grazie a una soluzione “che aiuta a colmare il divario tra IT e business”, ha commentato Ravi Shankar, senior vice president and chief marketing officer di Denodo.

Flessibilità e agilità organizzativa

La data virtualization azzera molti ostacoli dai processi di integrazione, dal mpmento che, a differenza delle soluzioni ETL che replicano i dati, li mantiene nei sistemi originari, a prescindere dal loro formato o dalla loro origine, visualizzandoli in un unico livello.

Soddisfazione dei dipendenti

Complice l’elaborazione dei dati in real-time e alla disponibilità di un unico punto di accesso, i data scientist possono focalizzarsi sulla costruzione di modelli logici, risparmiando così molto tempo, non solo a predisporre i dati di cui necessitano, ma anche a trovarli o a lavorarci.

Soddisfazione dei clienti

Snellire i processi e renderli efficienti vuol dire consentire reazioni più tempestive agli imprevisti, significa completare i progetti in tempi più brevi e con ritorni più elevati.

Vantaggi in termini di compliance, sicurezza e governance

La data virtualization permette di gestire autorizzazioni e ruoli nell’ambito dell’organizzazione e tutelare i dati in conformità in modo più semplice.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp