Cloud open source

A Torino sorge ArubaKube, spin-off del Politecnico che punta sul cloud open source

L’obiettivo è la semplificazione della gestione del Cloud Computing, consentendo di adottare, facilmente e in maniera dinamica, paradigmi di Cloud Continuum ed Edge-to-Cloud Continuum. Focus sulla piattaforma Kubernetes e sull’incontro fra tecnologia cloud con l’approccio open source

Pubblicato il 31 Ago 2023

A Torino sorge ArubaKube: lo spin-off del Politecnico punta sul cloud open source

Nel cuore di Torino nasce ArubaKube, il nuovo polo di innovazione in ambito Cloud Native.

La nuova unit scommette nella realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo nel cloud open source, attingendo a un’ampia community di sviluppatori.

A Torino sorge ArubaKube

Il nuovo centro di eccellenza di Aruba per la ricerca, lo sviluppo e l’innovazione nel contesto Cloud Native, si chiama ArubaKube ed ha sede nel centro di Torino.

L’area già vede un significativo indotto strategico a livello tecnologico. L’ambizione è quella di diventare un nuovo polo di innovazione in grado di attrarre esperti del settore.

ArubaKube punta al riconoscimento in qualità di azienda italiana punto di riferimento per giovani talenti che aspirano ad essere professionisti e pionieri nell’ambito dell’innovazione.

L’obiettivo è la semplificazione della gestione del Cloud Computing, consentendo di adottare, facilmente e in maniera dinamica, paradigmi di Cloud Continuum ed Edge-to-Cloud Continuum. Fari accesi sono sulla possibilità di promuovere, sviluppare e supportare progetti open source, concentrandosi particolarmente sulla piattaforma Kubernetes.

Il legame con il territorio e il Politecnico di Torino

ArubaKube si affiancherà all’Aruba Software Factory (il taglio del nastro risale al 2019 sempre a Torino). Ciò testimonia l’impegno crescente nella ricerca e sviluppo di realtà innovative nel territorio, oltre a una collaudata ma crescente collaborazione con il Politecnico di Torino.

“Il Cloud Computing rappresenta sempre di più uno strumento fondamentale per le organizzazioni che, sfruttandone i vantaggi, possono implementare nuovi modelli di business ed aumentare la loro competitività. Le applicazioni devono essere concepite e sviluppate nativamente per poter operare in ambiente cloud e sfruttarne a pieno tutte le caratteristiche distintive. Per questo è essenziale investire nella ricerca continua e nello sviluppo di progetti e soluzioni pensati e nati in cloud”, commenta Marco Mangiulli, Amministratore e Chief Technology Officer di ArubaKube: “Questo centro d’eccellenza è pensato per far incontrare la tecnologia cloud con l’approccio open source, consentendo alla community di sperimentare e creare progetti open e alle aziende di beneficiare dell’open source di livello enterprise”.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5