Al via Firenze Digitale: l’accordo con Cisco Italia

Firenze diventa la prima città italiana a organizzare e mettere in campo un programma di attività per imparare, informarsi, accedere ai servizi, promuovere cultura e competenze digitali per cittadini, imprese, pubbliche amministrazioni [...]
  1. Home
  2. Data Science
  3. Formazione e Skill
  4. Al via Firenze Digitale: l’accordo con Cisco Italia

Diffusione delle competenze digitali, accelerazione dell’innovazione e sviluppo smart del territorio. Sono questi i termini che definiscono la collaborazione tra Cisco Italia e il Comune di Firenze. Due le iniziative principali previste dal protocollo d’intesa. Da un lato abbiamo Firenze Digitale Education, un progetto che offre ai cittadini, alle imprese del territorio e ai dipendenti del Comune di Firenze l’accesso a corsi di formazione sulle tecnologie digitali, basati sui contenuti della piattaforma Cisco Networking Academy. Sul sito www.firenzedigitale.it ci saranno aule virtuali dove acquisire o migliorare competenze di base come cyber security, networking, tecnologie IoT (Internet of Things). Dall’altro Firenze Digitale Smart City, un contenitore aperto allo sviluppo di iniziative legate all’introduzione di servizi innovativi per il governo del territorio (e-governance) cogliendo le opportunità della digitalizzazione in un contesto sicuro, che applichi le migliori tecnologie a difesa di identità, dati e applicazioni.

WHITEPAPER
Quali sono stati i casi di cybercrime più aggressivi degli ultimi anni? Scoprilo nel white paper
Cybersecurity

“Con questo accordo consolidiamo un rapporto di collaborazione votato all’innovazione come strumento per creare opportunità in modo inclusivo, sicuro e accessibile a tutti” commenta Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia che continua “Competenze e sicurezza sono i due pilastri su cui si regge la digitalizzazione e servono iniziative come questa, che vedono l’impegno congiunto di pubblico e privato, per portarle avanti; mettendo le persone al centro, perché ottengano le skill richieste per usare i servizi, le piattaforme digitali che fanno parte di ogni aspetto della nostra vita, e per contribuire ai loro futuri sviluppi”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*