IBM Data & AI Summit: dal tour virtuale alla scoperta dell’AI

I numeri salienti dell'evento dedicato alla modernizzazione abilitata dall'Intelligenza Artificiale promosso da IBM, in collaborazione con le testate di Gruppo Digital360 e Radio24 [...]
  1. Home
  2. Big Data
  3. IBM Data & AI Summit: dal tour virtuale alla scoperta dell’AI

Virtual tour del Garage IBM cui hanno partecipato 900 persone con un tempo medio di permanenza di 30 minuti, 5 ore di diretta streaming, 36 relatori coinvolti da remoto non solo dall’Italia ma anche da Spagna, Lettonia e Stati Uniti, 3 giornalisti moderatori, 5 tecnici audio e video, 6 casi live, 1 sessione plenaria, 2 sessioni parallele, 25 sessioni tematiche in agenda, 23 pagine di regia dettagliata, oltre 1400 tweet e oltre 4 milioni e mezzo di impression generate su #IBMCloud, 1500 iscritti, 1000 partecipanti unici collegati, oltre 2.500 accessi totali, 600 collegati in media.
Questi in estrema sintesi i numeri di Data & AI Summit 2020, l’evento del 29 aprile organizzato dal Gruppo Digital360 con le testate BigData4Innovation, ZeroUno, AI4Business , in collaborazione con IBM Italia e la mediapartnership di Radio24.

IBM Data & AI Summit: un evento unico nel suo genere

Un evento unico nel suo genere, che ha associato per la prima volta alla diretta streaming un vero e proprio tour immersivo alla scoperta degli spazi dell’IBM Garage.
Un evento dedicato alle incredibili opportunità che un attento uso dei dati e dell’intelligenza artificiale possono aprire per le imprese, per le persone, per la società.
Insieme abbiamo percorso i 4 gradini di una scala ideale, che parte dalla raccolta dei dati, passa dalla loro organizzazione e pulizia, secondo le buone regole della data quality, per arrivare all’analisi. Ed è una volta superato il terzo gradino che l’Artificial Intelligence può davvero sbloccare tutto il potenziale espresso dai dati.
È un percorso che IBM accompagna con le proprie tecnologie e le proprie soluzioni, con piattaforme al contempo agili e robuste, in grado di rispondere ai requisiti di una metodologia rigorosa e iterativa, con il proprio cloud e con il proprio Data Pak.
Nel corso della giornata abbiamo capito perché accanto ai DevOps è il momento di pensare anche ai DataOps, ovvero alle operation sui dati, e abbiamo capito, ascoltando dalla viva voce di chi già li sta utilizzando, qual è il differenziale dei cognitive service nei percorsi di modernizzazione delle imprese.

 

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*