PREVISIONI

Gartner individua le principali tendenze nel settore dei dati e dell’analisi per il 2024



Indirizzo copiato

In primo piano, il potere dell’AI e l’importanza crescente della Gen AI. Queste tendenze verranno discusse in dettaglio al Summit Gartner Data & Analytics, dal 13 al 15 maggio a Londra

Pubblicato il 26 apr 2024



Cohort (coorte): che cos’è e come si usa nel marketing

Gartner individua le principali tendenze nel settore dei dati e dell’analisi per il 2024. Gartner ha individuato le principali tendenze nel campo dei dati e dell’analisi (D&A) per il 2024 (vedi figura) che stanno guidando l’emergere di una vasta gamma di sfide, tra cui questioni organizzative e umane. “Il potere dell’IA e l’importanza crescente della GenAI stanno cambiando il modo in cui le persone lavorano, i team collaborano e i processi operano”, ha dichiarato Ramke Ramakrishnan, VP Analyst presso Gartner. “In mezzo a questa rivoluzione tecnologica, le organizzazioni che non riescono a fare la transizione e a sfruttare efficacemente D&A in generale, e AI in particolare, non avranno successo”.

Principali tendenze nei dati e nell’analisi per il 2024 Fonte: Gartner (aprile 2024)

Gli analisti di Gartner discuteranno le modalità con cui le organizzazioni possono sfruttare queste tendenze al Summit Gartner Data & Analytics, dal 13 al 15 maggio a Londra.

  • Tendenza 1: scommettere sul business

Mentre l’IA continua a rivoluzionare gli settori su un livello strategico, i leader D&A devono dimostrare un set di competenze puntate sull’IA e acquisire fiducia per guidare la strategia IA all’interno dell’organizzazione. “I leader D&A devono dimostrare il loro valore all’organizzazione collegando le capacità che stanno sviluppando e il lavoro che svolgono per raggiungere i risultati aziendali richiesti dall’organizzazione”, afferma Ramakrishnan. “Se ciò non viene fatto, problemi come l’allocazione errata delle risorse e gli investimenti sottoutilizzati continueranno ad aumentare, e D&A non sarà incaricato di guidare la strategia IA all’interno dell’organizzazione”. Con l’IA che sta cambiando il modo in cui vengono gestite le imprese, le aziende si stanno dirigendo verso una valanga di costi. I leader D&A devono agire implementando una pratica FinOps per stabilire e applicare standard e ridurre le spese.

Gartner prevede che entro il 2026, i Chief Data and Analytics Officers (CDAO) che diventano consulenti fidati e partner del CFO nel fornire valore aziendale avranno elevato D&A a un motore di crescita strategico per l’organizzazione.

  • Tendenza 2: complessità gestita

Molti sistemi D&A sono delicati e le loro ridondanze possono causare caos e costi aggiuntivi. “Le organizzazioni leader stanno lavorando per trasformare questo caos in qualcosa che possono gestire – la complessità. La complessità, per definizione, non è un luogo facile in cui trovarsi, ma riconoscerla dà una comprensione realistica dell’ambiente dinamico e aiuta i team D&A a prendere azioni appropriate”, ha detto Ramakrishnan. I leader D&A devono accogliere la complessità utilizzando strumenti abilitati all’IA per automatizzare e migliorare la produttività. Ciò include l’investimento in gestione dei dati aumentata, automazione delle decisioni e capacità analitiche come il Natural Language Processing (NLP).

Gartner prevede che i CDAO avranno adottato il data fabric come fattore trainante nel risolvere con successo la complessità della gestione dei dati, permettendo loro di concentrarsi sulle priorità digitali che aggiungono valore entro il 2025.

  • Tendenza 3: essere fidati

Con l’aumento dell’accessibilità e dell’efficienza della GenAI, c’è una sfida nel navigare in un mondo in cui l’affidabilità dei dati è costantemente messa in discussione. La mancanza di fiducia all’interno delle organizzazioni, le preoccupazioni sul valore e sulla qualità dei dati e le normative intorno all’IA stanno portando a una valanga di diffidenza. “Se i dati non sono affidabili, potrebbero non essere utilizzati correttamente per prendere decisioni”, ha detto Ramakrishnan. “I leader D&A dovrebbero utilizzare pratiche di intelligenza decisionale per costruire fiducia nei dati e monitorare i processi decisionali e i risultati. Inoltre, l’implementazione di una governance efficace dell’IA e pratiche responsabili dell’IA è fondamentale per stabilire la fiducia tra gli stakeholder. Ciò include rendere i dati pronti per l’IA, il che significa che sono eticamente governati, sicuri e privi di pregiudizi e sono arricchiti per garantire risposte più accurate”.

  • Tendenza 4: forza lavoro potenziata

“È importante che i dipendenti si sentano potenziati attraverso l’uso dell’IA in D&A, piuttosto che sentirsi minacciati o frustrati da essa”, afferma Ramakrishnan. Le organizzazioni devono investire nello sviluppo della competenza in IA tra i dipendenti, utilizzare pratiche di governance adattiva per una governance efficace e implementare un approccio basato sulla fiducia per la gestione delle risorse informative, aiutando le persone a comprendere la provenienza delle informazioni utilizzate da loro. “La formazione sull’IA non riguarda solo la quantità; richiede anche un approccio diverso. Riconoscere che le competenze richieste per gli utenti esperti di IA saranno molto diverse da quelle degli altri utenti”, ha detto Ramakrishnan. “Gartner prevede che entro il 2027, più della metà dei CDAO otterranno finanziamenti per programmi di alfabetizzazione dei dati e di alfabetizzazione dell’IA, alimentati dal fallimento delle imprese nel realizzare il valore atteso dalla GenAI”.

Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Articoli correlati

Articolo 1 di 5