Calcio e Big data, parte da Pisa la sfida per l'analisi dei match - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Calcio e Big data, parte da Pisa la sfida per l’analisi dei match

Antonello Salerno

Sviluppare una soluzione per analizzare le partite di calcio, a partire dal un dataset di oltre 500mila record, le informazioni cioè generate durante la stagione 2017-2018, che contiene tutti gli eventi di gioco di ogni partita che si è giocata lo scorso anno, definiti in ogni possibile aspetto. E’ la sfida lanciata dal “Soccer data Challenge”, la gara sui Big Data che si svolgerà a Pisa il 12 e 13 ottobre all’interno dell’Internet festival, per la quale le iscrizioni saranno aperte fino al 14 settembre. A organizzare il contest il Master in big data dell’università di Pisa, WyScout e Isti-Cnr. 

I team avranno a disposizione 30 ore per mettere a punto la loro proposta, e il vincitore si aggiudicherà un premio di 5mila euro: ad assegnarlo sarà la giuria, che annovera trai propri componenti lo scrittore Marco Malvaldi e l’ex commissario tecnico della nazionale di calcio Cesare Prandelli.  

Alla gara, spiegano gli organizzatori, possono partecipare studenti, programmatori, designer, data scientist, ricercatori o semplici appassionati di calcio. Per essere ammessi alla sfida, i team, composti da un minimo di tre a un massimo di cinque persone, dovranno superare una fase di qualificazione, che si svolgerà online dalle 9 del 15 settembre alle 15 del 16 settembre: i candidati saranno chiamati a risolvere via coding tre problemi legati all’analisi dei dati sul calcio.

Quanto alla fase finale del challenge, si terrà il 12 e il 13 ottobre 2018 all’auditorium della sala polivalente (ex Borsa Merci) della Camera di Commercio di Pisa. All’inizio della data challenge verrà illustrato il problema da risolvere, i dati che saranno messi a disposizione dei team e le modalità di invio delle soluzioni. I team partecipanti, affiancati dai loro tutor, avranno a disposizione 30 ore per l’invio della soluzione del problema nella forma di un programma Python, un breve articolo che racconta in uno stile divulgativo la soluzione realizzata e una presentazione power point.

Al termine della data challenge l’auditorium verrà aperto alla giuria per uno showreel, consentendo così ai partecipanti di presentare in pubblico la propria idea.

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi