Big data e virtual reality, Fujitsu svela le nuove workstation Celsius - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Big data e virtual reality, Fujitsu svela le nuove workstation Celsius

Antonello Salerno

Combinare nella stessa serie di workstation le capacità di calcolo alte, in grado di supportare l’analisi di big data e la realtà virtuale, con il massimo della sicurezza. Per centrare quest’obiettivo Fujitsu arricchisce con quattro nuovi modelli la propria offerta di workstation Celsius, soluzioni pensate per le nuove esigenze dei professionisti, che proprio sull’utilizzo di una mole crescente di dati fondano sempre più la propria attività.

Si tratta di due modelli portatili VR-ready, Celsius H780 e Celsius H980, e due modelli da scrivania, Celsius W580/W580power+ nel formato microtower e Celsius J580 nel più compatto Small Form Factor. Tutti questi sistemi, spiega Fujitsu in una nota, si avvalgono delle più recenti tecnologie messe a punto da Intel e Nvidia, mentre Fujitsu ha massimizzato la sicurezza fisica e biometrica di tutta la gamma, per garantire sicurezza a tutti gli utenti e rispettare i requisiti di conformità più severi.

Così tutta la gamma delle nuove workstation può contare sull’autenticazione biometrica, con i sensori contactless Fujitsu PalmSecure integrati nello chassis dei modelli mobili. Quanto ai modelli da scrivania, in abbinamento alle nuove workstation Fujitsu propone una tastiera con sensore PalmSecure e tre sistemi di protezione meccanici: una serratura, la predisposizione per il bloccaggio di tipo Kensington o un lucchetto.

La nuova gamma di workstation monta processori multicore che consentono al software applicativo di sfruttare appieno l’accelerazione offerta dalle Graphics processing unit, garantendo la possibilità di registrare video ad altra risoluzione, la proiezione su grandi display wall e la creazione di modelli 3D a partire da scansioni.

“La realtà virtuale viene sempre più utilizzata in una serie di settori per dare vita a racconti, per creare nuovi design innovativi ed esperienze per mezzo di dati, non solo nell’industria media & entertainment ma anche nell’engineering, nell’architettura e nell’istruzione – spiega Ruediger Landto, Head of product category management for client computing devices di Fujitsu Emeia I nostri nuovi modelli Celsius combinano tutta la potenza grafica necessaria all’interno di workstation compatte e portatili. Con il diffondersi del cybercrime e con le aziende che rischiano forti sanzioni in caso di violazioni nell’accesso ai dati, gli utilizzatori di workstation sono alla ricerca dei più alti livelli di protezione per la proprietà intellettuale che essi creano. Ecco perché abbiamo rafforzato la sicurezza della nuova gamma di workstation Fujitsu Celsius integrandovi PalmSecure, l’esclusiva tecnologia biometrica di Fujitsu che risulta più precisa rispetto all’autenticazione delle impronte digitali e più pratica rispetto alla lettura dell’iride”.

Quanto alle caratteristiche tecniche, i modelli Celsius H780 e Celsius H980,1 completamente riprogettate e rinnovate nel look, si avvalgono dei primi processori Intel Xeon a sei core e delle più recenti capacità grafiche Nvidia per workstation mobile. La workstation da 17.3 pollici è equipaggiata con la Nvidia Quadro P5200, che supporta 16GB di memoria Gddr5 e 2560 Cuda core, permettendo di raggiungere le prestazioni delle workstation da scrivania di fascia entry-level. Portatili, facili da gestire e dotati di una serie completa di porte per la connettività – conclude Fujitsu – i modelli Celsius da 15,6 pollici e 17,3 pollici sono destinati a ingegneri e architetti, per la postproduzione di media e per la realizzazione di ambienti VR completamente immersivi.

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi