Tutto pronto per Forum PA 2018: l’innovazione a sostegno della sostenibilità - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Tutto pronto per Forum PA 2018: l’innovazione a sostegno della sostenibilità

Antonello Salerno
ForumPa 2017 – 24 maggio 2017

“Mentre aspettiamo la formazione del nuovo governo, è fondamentale rimettere al centro i temi dell’innovazione, scongiurando il rischio di ripartire da zero e di bloccare quei processi di modernizzazione lentamente avviati. Per questa ragione Forum Pa 2018 è concepito come un grande percorso collaborativo di costruzione dell’agenda da presentare al governo che verrà”. Così Carlo Mochi Sismondi, presidente di FPA, società del gruppo Digital 360 che organizza ForumPA2018 spiega il senso della ventinovesima edizione della manifestazione, in programma la convention center “La Nuvola” di Roma dal 22 al 24 maggio.
Tra gli altri è già confermata la partecipazione di Diego Piacentini, commissario all’agenda digitale, mentre il keynote speech d’apertura, sul fil conduttore della manifestazione, il ruolo dell’innovazione per la sostenibilità, sarà affidato a  Stephen Goldsmith, tra i massimi esperti su scala globale in materia di pubblica amministrazione e nuovi modelli di government, che ha coniugato l’attività istituzionale, essendo stato sindaco di Indianapolis e vicesindaco della città di New York, e la carriera accademica, da direttore del Programma di innovazione delle Amministrazioni presso la Harvard University Kennedy School of Government. Tra i suoi volumi più noti “Governare con la rete. Per un nuovo modello di Pubblica Amministrazione”.

L’agenda politica tra i temi di ForumPa2018

Al centro della manifestazione ci sarà la necessità di puntare su una PA rinnovata e aperta e sulla trasformazione digitale come strumento abilitante per lo sviluppo del Paese, con l’obiettivo di raggiungere entro il 2030 gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’assemblea generale delle Nazioni Unite. Durante i lavori si aprirà un confronto sui temi strategici per la prossima agenda politica del Paese, dalla trasformazione digitale all’agenda urbana condivisa, fino alle nuove frontiere del lavoro pubblico e la programmazione europea post 2020, passando però anche dai temi caldi dello scenario digitale, come la gestione, analisi e integrazione dei dati, la sicurezza Ict, la blockchain, la connettività e il 5G, l’internet of things e l’intelligenza artificiale. L’ingresso alla manifestazione è libero e gratuito, ma è necessario accreditarsi e iscriversi ai singoli eventi. Su www.forumpa2018.it il programma congressuale in continuo aggiornamento. A conclusione dell’evento, il 24 maggio, è previsto un Open Space Technology, momento di lavoro comune secondo il paradigma dell’open governance.

 

“In questa edizione abbiamo previsto contaminazioni di linguaggi e format innovativi – aggiunge Gianni Dominici (a fianco), direttore generale di FPA – Dal ‘Coffee Corner’ che darà il benvenuto ai visitatori la mattina, ai ‘Companies Talks’, momenti di storytelling per capire i fenomeni imprenditoriali sotto forma di spettacolo teatrale, fino al ‘Processo al digitale’, in cui verrà messa in scena un’udienza alla presenza di giudice, imputati e avvocati”.

La Blockchain nella Pubblica Amministrazione

ForumPA sarà anche l’occasione per fare il punto sulle opportunità della Blockchain per la Pubblica Amministrazione. Il 22 Maggio alle ore 15si terrà il convegno

Il Convegno in sintesi

  •   da 15:00 a 18:00
  • Contesto:    in occasione di ForumPA 2018 – 22/24 Maggio 2018
  • Dove:   Al Roma Convention Center LA NUVOLA
  • Location:   Sala 2

Per iscriversi e per maggiori informazioni

Secondo i dati discussi in occasione del convegno Blockchain & Distributed Ledger: verso l’Internet of Value dell’Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger della School of Management del Politecnico di Milano la Pubblica Amministrazione è uno degli ambiti che più possono trarre vantaggio dalle applicazioni della Blockchain.  Se la spinta più importante nella ideazione e sviluppo di progettualità Blockchain continua ad arrivare dal finance, che con 172 progetti è ancora il settore quantitativamente più rilevante con il 59% dei 331 progetti censiti, è significativo osservare che il Government o la PA 4.0 rappresenta già oggi la seconda area in termini di applicazioni con 9% dei progetti, mentre seguono logistica con il 7,2%utility con il 3,9%, agrifood con il 3% e a seguire: assicurazioni, healthcare, trasporto aereo, media e Telco con quote variabili dall’1 al 3%.

 

 

 

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi