Cisco porta la Ai nei Contact Center: acquisita CloudCherry

L'operazione si concluderà nel primo trimestre del 2020: l'obiettivo è aiutare la personalizzazione dei Contact Center [...]
  1. Home
  2. Intelligenza Artificiale
  3. Cisco porta la Ai nei Contact Center: acquisita CloudCherry

Cisco fa un passo importante in ambito Big Data e intelligenza artificiale:  la multinazionale ha annunciato l’intenzione di acquisire CloudCherry, azienda specializzata in soluzioni CEM (Customer Experience Management), in grado di fornire mappature del customer journey e analisi predittive. Più nel dettaglio, l’analisi predittiva permette agli operatori di contact center di effettuare in tempo reale modiche nelle proposte ai clienti come ad esempio attività di up e cross-selling, sconti, variazioni al servizio e altro ancora, con l’obiettivo di soddisfare le esigenze del cliente e rafforzarne la loro fidelizzazione.

Alla base di questo contact center cognitivo e collaborativo ci sono tecnologie come l’intelligenza artificiale e il machine learning, che da un lato possono permettere agli operatori di fornire ai clienti esperienze maggiormente personalizzate e – dall’altro – di utilizzare i dati nella loro interezza. L’intera operazione dovrebbe concludersi nel corso del primo trimestre dell’anno fiscale 2020 e prevede l’integrazione di CloudCherry  nella divisione Cisco Contact Center Solutions, che già oggi assiste circa 30.000 clienti a livello globale.  La strategia di Cisco, grazie a questa acquisizione, è aiutare le aziende a trasformare il loro contact center dall’assistenza reattiva al supporto predittivo, passando da interazioni isolate con i clienti a esperienze coese e coinvolgenti per migliorare i risultati di business.

WHITEPAPER
Customer Data Platform: trasforma i dati dei comportamenti dei tuoi clienti in azioni di marketing
Big Data
CRM

“Siamo entusiasti di poter arricchire il nostro portafoglio di soluzioni di collaboration con la tecnologia CEM di CloudCherry – ha dichiarato Vasili Triant, vicepresidente eand general manager, Cisco Contact Center Solutions – . Questo è il passo successivo nella realizzazione della nostra visione di portare la cognitive collaboration nel contact center, offrendo in questo modo ai clienti esperienze migliori e personalizzate, e incrementando la fedeltà dei clienti e la life time value (LTV)”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*