Tutto pronto per ICity Lab 2018: protagonista anche la Blockchain - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Tutto pronto per ICity Lab 2018: protagonista anche la Blockchain

Blockchain forum Pa

Si avvicina l’appuntamento con ICity Lab 2018: l’annuale appuntamento sulle città organizzato da FPA, società del gruppo Digital360, si terrà infatti a Firenze il 17-18 ottobre, con il patrocinio del Comune. Al centro della manifestazione ci sarà la presentazione della settima edizione del Rapporto “ICity Rate”, la ricerca di FPA che, analizzando 113 indicatori su 15 dimensioni urbane (povertà, istruzione, aria e acqua, energia, crescita economica, occupazione, turismo e cultura, ricerca e innovazione, trasformazione digitale e trasparenza, mobilità sostenibile, rifiuti, verde pubblico, suolo e territorio, legalità e sicurezza, governance) stilerà la classifica dei 106 comuni capoluogo “smart” italiani. Nel corso della due giorni seguiranno poi incontri, seminari, tavoli di lavoro e workshop che animeranno i due giorni di manifestazione, in particolare su due filoni principali di approfondimento: la Digital Transformation e la Governance della Smart City.

In quest’ottica un ruolo importante può essere svolto dalla Blockchain, che può essere di supporto per tutte quelle amministrazioni pubbliche che stiano affrontando la sfida della digitalizzazione. Ecco perchè in occasione di ICITY LAB 2018 si terrà uno speciale workshop dedicato proprio ai temi della blockchain per le pubbliche amministrazioni e per la PA 4.0, con la partecipazione e la moderazione di Blockchain4Innovation. Il workshop, intitolato “Blockchain: esperienze evolutive per i servizi e lo sviluppo locale”(qui tutte le informazioni), si terrà il 18 ottobre, dalle ore 13:30 alle ore 15:00, presso la sala 4 di Palazzo degli Affari – Firenze Fiera.

“ICity Lab 2018 sarà un momento centrale di confronto tra le amministrazioni locali, deputate alla governance dell’innovazione nelle città italiane – afferma Gianni Dominici, Direttore generale FPA -. Quest’anno il lavoro di ricerca e approfondimento si è concentrato sull’identificazione della cosiddetta PA abilitante, cioè un nuovo modello organizzativo in cui i dati e gli strumenti operativi sono rilasciati per e insieme ai cittadini e alle imprese e istituzioni locali al fine di costruire nuovi servizi innovativi e innovare quelli esistenti”.

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore gruppo Digital 360

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi