Big Data Tech 2018: a Milano in scena il volto umano dei Big Data - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Big Data Tech 2018: a Milano in scena il volto umano dei Big Data

Big data Tech 2018

Raccogliere dati non è più sufficiente: è necessario essere in grado di analizzarli, avendo una visione ad alto livello per definire una data driven strategy. Ecco perchè le nuove strategie basate sulle informazioni ricavate dai dati hanno e avranno sempre di più un grande impatto non solo sui processi di business, ma anche sui modelli comportamentali dell’uomo. Da queste considerazioni prende spunto l’edizione 2018 del Big Data Tech Event organizzato da BNova, in programma a Milano il prossimo 25 ottobre, che non a caso avrà come slogan quello di “Data for Human”.  Come ogni anno lo scopo dell’evento sarà quello di affrontare i trend topics legati a questo settore, attraverso le esperienze ed i progetti dei clienti e il contributo di techinfluencer per ambiti specifici.

 

In particolare, nell’edizione di quest’anno si affronterà il tema della Data driven strategy, spiegando cosa significhi oggi essere una Data Driven Company , per poi illustrare quali siano gli strumenti e le competenze di cui un’organizzazione dovrebbe dotarsi.  Sarà poi approfondita la relazione esistente tra AI, Big Data e Uomo: partendo dall’idea che la carta vincente sia la collaborazione tra uomo e macchina, l’obiettivo deve essere quello di fare in modo che l’uomo riesca sempre più a concentrarsi su task di alto valore, lasciando gestire alle macchine i compiti di basso valore. In effetti esistono già diversi campi applicativi in cui l’intelligenza artificiale è attualmente utilizzata a fianco dell’uomo, come nel caso dei chatbot. A tale riguardo BNova presenterà un progetto sviluppato a quattro mani con l’Università di Pisa: si tratta di SEM, un chatbot pensato appositamente per la PA.

 

Altro tema al centro del Big Data Tech Event sarà quello della relazione big data – neuroscienze, che grazie alla loro complementarietà costituiscono un’abbinata sempre più utile per l’interpretazione di alcuni fenomeni. Infine, il 25 ottobre si parlerà di Internet of Things in ottica green energy. In particolare il focus sarà su come i sensori nell’eletric mobility permettano di analizzare il cambiamento delle abitudini umane rispetto ai consumi e alla mobilità.
Per maggiori informazioni sull’evento del 25 ottobre ed effettuare la registrazione occorre andare su questa pagina. 

Cagliaritano trapiantato a Milano, in dieci anni ha scritto di qualsiasi argomento. Papà, un passato in canoa olimpica e un presente nel calcetto. Patito di classic rock. Redattore gruppo Digital 360

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp