NetApp potenzia il Data Fabric: più software per i sistemi cloud - Big Data 4Innovation
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

NetApp potenzia il Data Fabric: più software per i sistemi cloud

La compagnia californiana annuncia nuove release per innalzare la data protection e migliorare le performance applicative nel cloud ibrido dei clienti. Tra i focus anche la riduzione dei costi

NetApp potenzia il Data Fabric per aiutare i clienti ad accelerare e proteggere i dati, ridurre i costi e creare facilmente le architetture di data center di nuova generazione. Sono questi gli obiettivi degli aggiornamenti software annunciati dalla compagnia specializzata in Cloud ibrido, che puntano a rispondere alle esigenze delle aziende di diventare data-centric per consolidare gli affari e abilitare nuovi punti di contatto con i clienti.

I leader IT, ricorda NetApp, stanno «subendo una tremenda pressione per la trasformazione, ma devono anche portarla a termine con tempi, capacità e budget limitati». Ed è in questo contesto che si inserisce il Data Fabric di NetApp, puntando su un approccio olistico che si rivela sicuro, efficiente e a prova di futuro grazie a una sufficiente libertà di scelta.

«La proliferazione dei modelli di implementazione applicativa e dei formati di dati nell’IT ibrido comporta la distribuzione dei dati organizzativi sia on-premise che negli ambienti cloud – spiega Laura DuBois, Vice President Enterprise Storage, Server and Infrastructure Software di Idc group -. Ciò genera delle sfide per lo staff IT che comprendono l’accesso e la visibilità dei dati, la protezione e l’integrazione applicativa, la sicurezza e la compliance e i processi per il posizionamento dei dati ad elevato uso di manodopera. Il Data Fabric di NetApp offre una serie di servizi dati per il cloud ibrido per rispondere a queste sfide e consente alle organizzazioni una gestione efficiente e permette di ricavare valore dalla totalità dei dati».

Proprio su queste sfide si concentra la release software della compagnia californiana: «Mentre i clienti utilizzano le funzionalità del cloud come parte della propria digital transformation, la necessità di gestire i dati attraverso soluzioni cloud multiple e di IT tradizionale diventa critica – sottolinea Brett Roscoe, Vice President, Product, Solutions and Services Marketing di NetApp -. Il notevole aumento dei carichi di lavoro incentrati sui dati nel cloud è il motivo per cui il Data Fabric di NetApp rappresenta un elemento di impulso importante della trasformazione di business per creare nuovi punti di contatto con i clienti, nuove opportunità di business e una maggiore efficienza».

Gli aggiornamenti del Data Fabric, tra cui rientrano NetApp SolidFire Element OSStorageGrid Webscale, Ontap e OnCommand Insight, promettono di semplificare a integrare la gestione dei dati nel Cloud e on-premise. Tra i vantaggi offerti ci sono una «connettività cloud senza precedenti e flessibilità software come supporto per lo sviluppo di architetture cloud; performance ed efficienza per contribuire a rendere più moderni gli ambienti IT dei clienti; maggiori approfondimenti e ottimizzazione dei costi per semplificare l’integrazione e l’adozione di servizi cloud».

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi