Natural language processing, Ibm mobilita Watson

Progressivamente disponibili nel corso del 2020 nuove tecnologie progettate per affiancare le aziende nell’identificare, comprendere e analizzare alcuni degli aspetti più difficili nel campo linguistico: fino ai riassunti e all’analisi del sentiment [...]
Deep learning: cos'è ed esempi dell'apprendimento profondo

  1. Home
  2. Big Data
  3. Natural language processing, Ibm mobilita Watson

Identificare, comprender e analizzare grazie all’intelligenza artificiale alcuni degli aspetti più complessi dei linguaggi umani: è l’obiettivo delle nuove tecnologie messe in campo da  grazie ai risultati del lavoro del Project debater di Ibm Research sul Natural language processing, che ha messo in campo un sistema di intelligenza artificiale in grado di discutere con gli esseri umani su argomenti complessi. 

Ibm – si legge in una nota dell’azienda – sta introducendo sul mercato le tecnologie avanzate sviluppate da Project Debater e integrate in Ibm Watson, con un focus particolare sulla capacità di sfruttare il linguaggio naturale: quella del natural language processi infatti è considerata come una delle sfide più difficili per i sistemi di intelligenza artificiale. Il sistema si concentrerà inizialmente sull’ingelse, ma tra il 2020 e il 2021, inizierà a supportare anche le altre lingue, come italiano, francese, tedesco, cinese, giapponese e arabo.

L’integrazione di Project Debater in Ibm Watson è basata su una roadmap in diversi step: si inizia da una nuova funzionalità avanzata di analisi del sentiment, che consente di identificare e analizzare sia schemi di idiomi colloquiali complessi sia terminologia business, anche all’interno di documenti, come Pdf e contratti. 

WEBINAR
Governance e sicurezza dei dati. Come gestirli al meglio?
Big Data
Sicurezza

Grazie alla tecnologia “Brief” sarà poi possibile realizzare sintesi dei contenuti analizzati, sia che si tratti di contenuti scritti sia orali. La versione iniziale di questa funzionalità – spiega Ibm – è stata utilizzata nell’ultima edizione dei Grammys award per analizzare oltre 18 milioni di articoli e blog, per offrire approfondimenti su centinaia di artisti e celebrity presenti. L’integrazione di questa tecnologia in Ibm Watson è prevista entro l’anno.

La tecnologia consente inoltre di raggruppare i contenuti in cluster tematici, per facilitare la comprensione di linguaggi tecnici, che afferiscono a specifici settori, come quello assicurativo, medico, manifatturiero. Inoltre la tecnologia di natural language processing di Ibm è integrata in soluzioni come Watson Discovery (comprensione di documenti), Watson assistant (agenti virtuali) e Watson Natural language understanding (analisi avanzata del sentimento).

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*