FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Match Analyst: la FIGC guarda ai Big Data per il mondo del calcio

Mauro Bellini
Il mondo del calcio guarda sempre di più al digitale e ai Big Data in particolare. Le partite sono una forte inesauribile di dati sia per i tifosi naturalmente, curiosi di conoscere e capire le prestazione dei giocatori, sia per lo staff tecnico che può trovare la risposta a tanti interrogativi e può disporre di una maggiore conoscenza sui giocatori stessi e sulle caratteristiche e le prestazioni degli avversari.
Partendo dal presupposto che la gestione dei dati è ormai dunque un valore irrinunciabile per le società sportive e in generale per il mondo del calcio la FIGC ha promosso un corso di formazione che introduce significativamente anche la gestione dei Big Data. Si tratta di Match Analyst, una iniziativa formativa che si muove tra tattica, Big Data e video analisi e che permette di analizzare con una prospettiva sempre più “data driven” le partite di calcio.
Il corso organizzato presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano dalla Federazione Italiana Gioco Calcio si sviluppa su tre tematiche chiave:  la tattica; i Big Data, per preparare gli staff tecnici all’analisi e alla valutazione tramite strumenti di Big Data Analytics delle informazioni di un match e infine la video analisi, da considerare anche questa come una specifica competenza che permette di disporre di una lettura di dati e di informazioni sul comportamento degli atleti.
Il mondo del calcio e dello sport è poi sempre più attento all’innovazione digitale anche per altri aspetti della dimensione sportiva e del business. Sono al centro di questa attenzione le tematiche legate alla gestione degli asset come merchandise e un esempio arriva dalla Fiorentina che protegge le divise ufficiali dei calciatori con la blockchain, o ancora la Juventus che sperimenta nuove forme di ingaggio con i Fan Token o più in generale la tokenizzazione come nuova modalità per finanziare la costruzione di stadi sportivi. ma un bell’esempio di utilizzo dei Big Data per lo sport era arrivato anche dalla maratona come nel caso del team Integris che si è misurato con tanto allenamento e tanta analisi dei dati sulle strade di New York.
Il termine per presentare la propria domanda di ammissione è fissato al prossimo 12 febbraio. Nei giorni successivi, si terrà a Coverciano il test d’ingresso mentre il corso inizierà poi lunedì 18 febbraio, al Centro Tecnico Federale di Coverciano, con una durata di 72 ore suddivise in tre settimane. per maggiori informazioni e per iscriversi QUI
Immagine fornita da Shutterstock
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp